Shop

Hai dato un'occhiata ai miei prodotti hand-made? Clicca qui ed entra nella sezione Shop

Mamma yogini ad alto contenuto green

Silueta Yoga Dorada Alessia soprannominata Alex da una persona infinitamente speciale. Una laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione in tasca e tante esperienze lavorative alle spalle. Insegnante di Yoga e meditazione per adulti e bambini, hostess di volo, educatrice con minori a rischio di devianza, educatrice di asilo nido, moglie e mamma Yogini h24. Leggi tutto

Su Facebook

Carrello

Categorie

Su Instagram

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Ringraziamenti

Roberto: Roberto Antonacci
Andrea: CTROMA
Le spedizioni in Italia sono gratuite sopra gli 80€
Worldwide Shipping

Lettino Gulliver Ikea, perfetto per il Co-sleeping

Co- sleeping fin dai primi istanti di vita

Dove farò dormire mio figlio? Lettino, culla o co-sleeping? Quale materasso sarà più adatto scegliere? Ai genitori le ardue sentenze.

Durante il secondo trimestre di gravidanza lessi e mi informai riguardo al co-sleeping.

Co-sleeping sta appunto a significare il dormire assieme, ed io mi sono subito detta “Elementare, Watson!!! Ma cosa c’è di più bello del dormire con chi si ama?”. Perché il papà può dormire con la mamma mentre un bambino si “vizia” se dorme assieme alla mamma od ai genitori? Se questo vuol dire viziare, bè allora io amo viziare il mio piccolo hooligan, noi amiamo il co-sleeping!

Mamma Guru: Lettino Gulliver IKEA e Co sleeping

Poche ore dopo la sua nascita…

Ricordo che appena nato Francesco scelse di dormire sul mio grembo, quel grembo che fino a qualche ora prima l’aveva protetto e coccolato ed io in quei momenti decisi che sarei stata una mamma ad alto contatto nonostante la stanchezza del travaglio e del parto, nonostante tutto, decisi di rispettare la volontà del mio bambino e di lasciarlo dormire sulla mia pancia, attaccato al mio seno, cullandolo con le vibrazioni dei mantra in sanscrito che ancora oggi gli canto per farlo addormentare.

Francesco adora dormire così ancora oggi che ha quasi 27 mesi, ed io ancora oggi amo essere una mamma ad alto contatto.

Perché scegliere il co-sleeping?

Molti studi pedagogici hanno dimostrato che più un bambino avvertirà la presenza costante della propria mamma tutte le volte che avrà bisogno di lei, più sarà un adulto autonomo e sicuro domani.

Sembra strano tutto questo ma è proprio così ed io nell’educazione che do a mio figlio ritengo davvero essenziale il poter dimostrargli di esserci tutte le volte che lui lo richiede e glielo dimostro non solo tramite l’allattamento a richiesta e nel mio piccolo in ogni modo possibile ed INimmaginabile ma anche attraverso il co-sleeping.

Al tempo stesso però ritengo anche sia essenziale rivolgere la giusta attenzione ai desideri ed alla naturale propensione alla crescita dei bambini, come insegna la Montessori. 

Io e mio marito decidemmo infatti di acquistare comunque un lettino tutto per Francesco perché quando avrebbe voluto, avrebbe scelto liberamente se dormire o meno da solo.

Lettino o Culla?

Così intrapresi la ricerca del lettino e della culla, ma quando iniziai a rendermi conto di quanto costassero, mi chiesi se fosse poi davvero il caso di spendere anche fino a 700,00€ per un qualcosa che avrebbe utilizzato per poco tempo o che magari nel rispetto della sua volontà, non avrebbe mai utilizzato.

Preferisco più spendere denaro per l’acquisto di alimenti bio di qualità, giocattoli eco friendly, pannolini naturali, capi di abbigliamento e prodotti per il corpo naturali ed eco bio, piuttosto che per l’arredamento di camerette prettamente per bambini che sono sì bellissime, ma vengono sfruttate davvero per poco tempo.

Parlando quindi con mio marito, decidemmo di farci prestare un’antica e bellissima culla a dondolo di legno, restaurata da un rigattiere, che era stata in precedenza utilizzata dalla mia amata nipotina Rebecca ed inizialmente da sua cugina.

Ho adorato quella culla, la famiglia di mia cognata con tanto amore aveva anche confezionato il baldacchino in tulle da posizionare al di sopra di essa ed il bellissimo paracolpi; era davvero meravigliosa, perfetta per il mio bambino.

Avendo inoltre questa culla dimensioni ridotte, durante il giorno avrei potuto spostarla facilmente in tutta la casa per avere Francesco sempre vicino a me, anche mentre dormiva.

Prossimamente posterò la recensione del materasso naturale utilizzato per questa culla, davvero formidabile.

Mamma Guru : co sleeping

Il lettino Gulliver Ikea

Dopo aver quindi “sistemato” la bellissima culla per Francesco decidemmo di andare in esplorazione all’Ikea, che personalmente adoro, per cercare un lettino da posizionare e lasciare invece fisso attaccato al nostro lettone.

Mi piace lo stile Ikea essenziale, pulito, ed al tempo stesso personalmente lo considero di qualità tenendo conto della grande resistenza di ciò che possediamo in casa, di questo marchio svedese. Ci innamorammo quindi di una soluzione a mio parere, meravigliosa.

Il lettino Gulliver del marchio Ikea, è davvero un’alternativa validissima a ciò che di costoso e di marca avevamo trovato sul mercato. La base del lettino a seconda dell’età del bambino, si può montare a due altezze diverse ed ha la sponda rimovibile. 

Per me è stata la soluzione ideale per provare il co-sleeping senza rinunciare alla comodità in quanto, togliendo la sponda e posizionando la base del lettino alla stessa altezza del nostro lettone, ho potuto completamente unire i due letti ricavando così praticamente un unico letto a tre piazze.

In un prossimo post vi parlerò anche del meraviglioso materasso scelto per il lettino Gulliver di Franci 😉 Continuate a seguirmi!

Mamma Guru : Lettino Gulliver Ikea e il co sleeping

Sì al Co-Sleeping ma senza rinunciare alla comodità

Insomma ho studiato come fare per poter dare il benvenuto al co-sleeping senza dire addio alla comodità e lasciando così, adesso che è più grande, anche spazio alla volontà del mio piccolo hooligan di decidere liberamente dove e con chi dormire…

Francesco ormai già da parecchi mesi durante la notte decide quando attaccarsi al seno, gattona per raggiungermi, si attacca al seno e poi se gli va rimane a dormire accoccolato a noi nel lettone, altrimenti sempre da solo torna nel suo lettino se invece desidera stare più comodo.

Insomma mai scelta è stata per noi migliore, dormiamo tutti e tre vicini vicini senza rinunciare alla comodità!

 

E voi avete scelto il co-sleeping?

 

 

condividimi... Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

16 Comments

  1. Ludovica
    ..grazie per queste utilissime info..complimenti per MammaGuru..leggerti è davvero prezioso..
    Reply aprile 1, 2016 at 12:25
    • mammaguru
      mammaguru
      @Ludovica Grazie a te per il commento. Sono felice tu abbia trovato utili queste info. Namaste
      Reply aprile 1, 2016 at 13:11
      • elisa
        Carissima mammaguru, molto interessante questo articolo! E fortunato il tuo Francesca. Stavo anche io valutando di acquistare il lettino Gulliver e utilizzarlo come hai fatto tu, in alternativa a culle bedside specifiche più costose e utilizzabili solo per pochi mesi. Posso chiederti a che altezza è regolabile e se quindi non rimane un "buco " tra lettino e lettone? Grazie mille!
        Reply aprile 16, 2016 at 12:34
        • elisa
          Scusa....Francesco
          Reply aprile 16, 2016 at 12:36
          • mammaguru
            mammaguru
            @ Elisa Ciao Elisa, l'altezza massima del lettino Gulliver arriva esattamente all'altezza del nostro letto matrimoniale creando pertanto un comodissimo letto a tre piazze :) . Bisognerebbe però capire il modello del tuo letto matrimoniale, consentirebbe di essere completamente attaccato al Gulliver? Resto a disposizione nel caso tu avessi bisogno di altre info o di un aiuto :)
            aprile 16, 2016 at 18:19
        • mammaguru
          mammaguru
          P.s Grazie mille per il tuo commento, mi fa piacere tu abbia trovato interessante l'articolo Spero di esserti stata d'aiuto con la risposta al quesito posto nel tuo commento. A presto
          Reply aprile 16, 2016 at 18:35
          • elisa
            Grazie mille a te per la disponibilità! Il mio letto mi consente di tirare il materasso a filo con la fiancata, senza che rimanga alcun bordo. Supponevo che invece nel lettino Gulliver testiera e pediera siano un filo più sporgenti rispetto al pannello inferiore, considerando lo spazio altrimenti occupato dalla fiancata a sbarre. Effettivamente pensavo però che si possa rimediare facilmente se si tratta di pochissimi cm, eventualmente sovrapponendo un pannello su misura, spingendo bene il materassino contro il materasso del lettone ed eventualmente mettendo uno spessore all'altro lato per tenerlo fermo. Insomma credo ci si possa ingegnare. Dovrò solo verificare se anche nel mio caso le altezze sono compatibili! Il mio materasso è alto dal suolo 54 cm circa. Grazie ancora mammaguru...è bello che ci siano persone che hanno voglia (e trovino il tempo e l'energia) di condividere informazioni ed esperienze che possono essere utili ad altri!
            aprile 17, 2016 at 00:59
          • mammaguru
            mammaguru
            @ Elisa Scusami per il ritardo ma purtroppo non ho ricevuto la notifica della tua risposta e me ne sono accorta casualmente. Amo poter essere d'aiuto e questo blog nasce proprio da questo mio desiderio :) . Per quanto riguarda il lettino, ti riporto la mia esperienza, però dovrai valutare attentamente pro e contro... per riempire quello spazio che si verrebbe a creare diciamo dal lato opposto del lettino, spingendo il materasso del Gulliver contro quello matrimoniale, si potrebbe mettere il cuscino per l'allattamento Medela che ha la stessa identica lunghezza. Ha due fettucce per poterlo ancorare saldamente evitando quindi i contro... ed occupa completamente quello spazio senza crearne di ulteriori. Io ce l'ho e ne ho provato l'efficacia. Ma visto che adesso sconsigliano anche i paracolpi che potrebbero staccarsi accidentalmente soffocando il neonato, non mi sento di consigliarti il metodo del cuscinone per riempire lo spazio creato, ma te lo riporto semplicemente come esempio avendolo appunto provato personalmente. Lascio quindi a te le dovute riflessioni e valutazioni a riguardo. ;)
            aprile 18, 2016 at 11:05
      • Federica
        Ciao, è arrivato anche x noi il momento di togliere la culla next to me per fare spazio a un lettino. Così ho cercato su internet (mia sorella mi ha prestato il suo lettino dell'ikea) per capire il da farsi e mi è uscito il tuo blog. Ti spiego: ho preso le misure su per giù e le mie domande sono queste: se lo metti alla prima altezza, non arriva al materasso del lettone; se lo metti sulla seconda altezza non arriva al materasso e poi ho paura che il bambino se si alza in piedi cada fuori (purtroppo il mio si muove molto di notte...lo trovo anche in piedi a volte)...tu come hai fatto quindi??? Grazie e buona serata
        Reply agosto 28, 2017 at 21:52
        • mammaguru
          mammaguru
          Ciao Federica, io ho messo la base del suo lettino alla seconda altezza ed è perfettamente in linea con il nostro letto matrimoniale da un lato, mentre dall'altro lato è vicino alla parete e quindi non c'è alcun pericolo. Comunque credo che, a meno che tu non scelga di utilizzare un lettino montessoriano, avrai sempre il problema che possa scavalcare il lettino e cadere. Sono qui a disposizione, grazie per avermi contattata!
          Reply novembre 5, 2017 at 10:53
  2. Johne129
    Hello. excellent job. I did not expect this. This is a great story. Thanks! cbeacefecccg
    Reply novembre 4, 2016 at 11:52
  3. Sissi
    Ciao! La mia bimba ha 6 mesi ed è arrivato il momento di mettere via la culla per il co-sleeping. Io non vorrei rinunciare a questa comodità che mi permette di controllarla senza dovermi alzare. Mi chiedo però se mettere il lettino vicino al letto può essere pericoloso quando si metterà seduta o in piedi!Ho paura che potrebbe arrampicarsi.. qual è la tua esperienza? Grazie e complimenti
    Reply gennaio 15, 2017 at 22:19
    • mammaguru
      mammaguru
      Ciao Sissi! Grazie a te per il tuo commento e per la tua condivisione. Il lettino di Franci da un lato è attaccato al lettone mentre dall'altro ha direttamente la parete con i mensoloni. Franci non ti nascondo che qualche volta ha tentato di arrampicarsi, ma ha sempre provato a farlo con noi presenti che quindi gli dicevamo di non farlo. Questa quindi la mia esperienza. Credo che però il problema sussisterebbe con qualsiasi tipo di lettino. Anche se avessimo avuto uno con le sponde sarebbe stato ugualmente pericoloso, anzi a maggior ragione avendo due sponde da poter scavalcare... Almeno così da un lato c'è direttamente il lettone completamente unito al suo lettino e non può cadere. Spero di essere stata chiara, altrimenti chiedimi pure. Grazie ancora, a presto!
      Reply gennaio 16, 2017 at 07:15
      • Sissi
        Grazie mille per la risposta! Credo che acquisterò anche io un lettino Ikea!
        Reply gennaio 17, 2017 at 21:12
  4. Giacomo Papetti
    Ciao! Grazie per le info! Io su questo sito http://www.ikeahackers.net/2015/05/ikea-gulliver-co-sleeper-crib.html nonchè sul manuale del gulliver ho notato che (al numero 7) è riportata una figura che parrebbe vietare di alzare la base del lettino qualora non sia montata la sponda. Questo è solo per evitare il rischio di caduta, oppure la rete non si aggancia correttamente all'altezza superiore? grazie mille
    Reply febbraio 15, 2017 at 22:15
    • mammaguru
      mammaguru
      Ciao Giacomo! Io ho completamente unito il lettino senza sponda al nostro lettone e così non c'è assolutamente il rischio di caduta per mio figlio. Personalmemte credo lo scrivano solo per evitare il rischio di caduta. Se mi mandi una mail a info@mammaguru.it ti invio una foto del lettino per farti capire meglio. Se dovessi avere altre domande chiedimi pure ;) grazie per il tuo commento!
      Reply febbraio 15, 2017 at 23:03

Leave a comment