Le Mie Creazioni

Hai dato un'occhiata alle mie creazioni hand-made? Clicca qui ed entra nella sezione "Le Mie Creazioni"

Mamma yogini ad alto contenuto green

Silueta Yoga Dorada Alessia soprannominata Alex da una persona infinitamente speciale. Una laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione in tasca e tante esperienze lavorative alle spalle. Insegnante di Yoga e meditazione per adulti e bambini, hostess di volo, educatrice con minori a rischio di devianza, educatrice di asilo nido, moglie e mamma Yogini h24. Leggi tutto

Su Facebook

Su Instagram

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

Ringraziamenti

Roberto: Roberto Antonacci
Andrea: CTROMA

Come affrontare la paura utilizzando il Reiki

Vuoi affrontare la paura in modo rapido utilizzando il Reiki?

La paura ha i suoi pro e contro, così come qualsiasi tipo di emozione, ma di fronte ad un eccesso, si possono manifestare numerosi problemi.

La paura genera dissenso nelle aree della nostra vita :
nel sociale, nel lavoro, nella vita familiare e in tutte le emozioni.

Oggi desidero rendervi partecipe di un nuovo orizzonte, in modo da far sì che la paura riesca a passare più velocemente senza rimanere attaccata alle nostre viscere.

Usare le tecniche olistiche energetiche, in questo caso il reiki, per aiutarci a gestire al meglio le emozioni, non è un metodo semplice, ma con la pratica è possibile padroneggiare tale disciplina…

Fondamentale è “Voler” affrontare la paura qualunque essa sia, per superarla in modo efficace.

Quindi il primo compito di un “pauroso” è quello di essere veramente convinto e mettersi in gioco.

Questi esercizi sono validi per tutte le persone che hanno studiato e intrapreso le tecniche del reiki.

1. Focalizzare la vostra attuale paura

2. Porsi la domanda: “nel portare in superficie la paura, dove questa si manifesta fisicamente?”

3. Prepararsi per iniziare l’auto applicazione di reiki

4. Imprimersi visualizzando sulla fronte il secondo simbolo e attuare il suo mantra.

5. Imprimersi visualizzando sulla fronte il primo simbolo e attuare il suo mantra

6. Applicare le mani nel punto in cui si manifesta fisicamente la reazione della paura e avviare la richiesta di completa guarigione

7. Lasciare che l’energia scorra fino a capire che il flusso energetico diminuisce completamente.

8. Chiudere la sessione Ringraziando Reiki con il suo precetto.

9. Lavarsi le mani con acqua

Bere una tisana calda e rilassarsi, cercando di trovare un attimo di raccoglimento; cerca di riproporti la situazione che genera in te la paura e chiediti come in questo momento ti senti.

Questo esercizio andrebbe riproposto più volte nell’arco di un tempo prefissato, esempio: una volta al giorno per una settimana, è anche vero che alle volte basta un’applicazione, non esistono regole prefissate, ma volontà e compassione.

Spesso si incontrano difficoltà, dipende quanto la paura è radicata nella persona e quanto è radicata nel nostro passato.

Per chi invece non è un praticante Reiki può provare a fare quest’esercizio:

Il punto 1 e 2 sono uguali

3. trovare un luogo tranquillo ed appropriato per un momento di relax dove nessuno vi interromperà. Unire i palmi delle mani con le dita unite i pollici scostati ed appoggiati sulla parte centrale del costato all’altezza del cuore.

4. Fare dei respiri profondi per entrare in contantto con il nostro cuore.

5. Portare le mani giunte all’altezza della fronte ed appoggiare i pollici su di essa inspirare ed espirare profondamente tenendo la bocca leggermente aperta e la punta della lingua appoggiata sul palato.

6. Visualizzare prima un fascio di luce viola che ci irradia fino alla zona dolorosa.

7. Sempre con le mani giunte come nel punto 5 visualizzare ora un fascio di luce verde che ci irradia fino alla zona dolorosa.

8. Portare ora le mani nel punto in cui si manifesta fisicamente la reazione della paura, appoggiarle, visualizzare il fascio di luce Rosa ed avviare una richiesta di guarigione (es: proprio nome e cognome, chiedo con amore e compassione la completa guarigione).

Luce e amore e compassione per… proprio nome e cognome)

Rimanere sui punti corporei finchè riterrete necessario, non esiste un tempo limitato, l’importante è non ascoltare la mente che vi fa sentire la stanchezza o l’imbarazzo, per la prima sensazione vi consiglio di mettervi distesi o seduti… per la seconda dopo un paio di volte avrete superato le difficoltà che la mente vuole raccontarvi…

9. La sessione finisce con un grazie con il lavaggio delle mani e con ancora un po’ di riposo.

Questi esercizi sono utili nel momento in cui siamo bloccati dalla paura, con l’aiuto della pratica pian piano basteranno 5-10 minuti per queste applicazioni, ma non esitate a chiedere supporto a professionisti capaci… farsi aiutare ed esercitarsi da soli rappresenta già un atto di volontà.

 

Terapie olistiche quali sono Rubrica Shambala Terapie Olistiche delle Emozioni a cura dell’ Operatrice Olistica Falcomer Denise specializzata in bio-terapie e discipline orientali
3939405536

Questa pratica, pur essendo frutto di conoscenze e tradizioni secolari, non è parte della “medicina ufficiale”, ossia di quell’insieme di pratiche mediche scientifiche fondate sulla sperimentazione clinica e di laboratorio. Questa pratica viene invece inserita tra le “medicine alternative” o “medicine non ufficiali”. Per tale ragione questa guida vuole essere solo una introduzione alla conoscenza di questa pratica, alla sua storia e alla spiegazione dei suoi procedimenti.

Questa guida ha solo carattere infomativo; non può, e non deve, essere in alcun modo intesa come un’invito a seguire i dettami di questa pratica, cosa che viene sempre e solo lasciata alla libera scelta del lettore. Desideriamo altresì invitare sempre tutti i lettori a consultare prima di ogni cosa il loro medico di famiglia, e i relativi specialisti da esso consigliati, seguendo innanzitutto le vie della medicina ufficiale.

Ad esse può essere eventualmente affiancato un percorso che segua una o più pratiche di medicina “alternativa” o “non ufficiale”, ma queste non possono e non devono mai sostituire le terapie indicate dai medici. Sono in gioco la vostra salute e la vostra stessa vita, non dimenticatelo mai.

Leave a comment