Le Mie Creazioni

Hai dato un'occhiata alle mie creazioni hand-made? Clicca qui ed entra nella sezione "Le Mie Creazioni"

Mamma yogini ad alto contenuto green

Silueta Yoga Dorada Alessia soprannominata Alex da una persona infinitamente speciale. Una laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione in tasca e tante esperienze lavorative alle spalle. Insegnante di Yoga e meditazione per adulti e bambini, hostess di volo, educatrice con minori a rischio di devianza, educatrice di asilo nido, moglie e mamma Yogini h24. Leggi tutto

Su Instagram

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

Ringraziamenti

Roberto: Siti web bari
Andrea: CTROMA

Cristalli per bambini: quali scegliere e perché

Cristalli per bambini: quali scegliere e perché

Quando si hanno bambini piccoli spesso ci si sente elargire i più svariati consigli per la salute e il benessere dei nostri piccoli, gli infallibile metodi delle nonne, gli ultimi ritrovati della scienza, perché a loro dedichiamo e desideriamo il meglio del meglio.

Per i piccoli malanni a volte ci si sente dire di far indossare un ciondolo con una pietra… perché cosa vuoi che sia, male non fa… !

Dal mio punto di vista, proprio perché le pietre hanno un’energia capace di influenzarci (esaltando ad esempio alcuni aspetti del nostro carattere o portando cambiamenti veri e propri a livello vibrazionale), sarebbe bene non esagerare, e chiedere consiglio ad un cristallologo.

 Consigli per un uso corretto…

La funzione della pietra è quella di armonizzare l’individuo e diciamo che per i bimbi fino ai 7 anni è utile avvicinare dei cristalli che lavorino in modo meno profondo sul campo energetico – emotivo, anche perché pur ritenendoci le migliori persone per i nostri figli:

👉🏽 possiamo sbagliare interpretazione
👉🏽 possiamo non riuscire a gestire le reazioni
👉🏽 lasciamo che sia il bambino, attraverso il gioco, a scegliere la sua pietra! Prepariamo un cestino con un paio di pietre per tipo e lasciamogliele toccare finchè afferra la sua preferita.

👀🚩  Prestate attenzione che non le mettano in bocca, le pietre grezze potrebbero rilasciare delle briciole e le pietre burattate sono state lucidate e cerate meccanicamente.

Ecco alcuni esempi di pietre:

Angelite

Una pietra poco conosciuta chiamata anche Anidride, particolarmente adatta ai bambini piccoli, facilita la connessione con le sfere angeliche e il proprio angelo custode.
Agisce in modo particolare sui momenti di ansia o stress avvolgendolo con le sue energie in un caldo abbraccio rassicurante.

L’Angelite, pietra di colore celeste, è connessa principalmente con il 5° Chakra (Chakra della Gola).
Le sue proprietà principali riguardano, quindi, la comunicazione.

Attribuire a questa pietra solamente questo specifico compito è una mancanza di rispetto verso le sue grandi potenzialità.

In base alla sua funzione di “collegamento”, possiamo ben intuire che l’Angelite sia energeticamente connessa anche con il 7° Chakra (Chakra della Corona) considerato il “ponte” che permette all’essere umano di connettersi con il suo Sé Superiore.
Se posta nella camera dei bambini o nella federa del loro cuscino, fa risuonare le energie positive degli esseri angelici e le convoglia verso il bambino.

Corallo

Si origina dallo scheletro prodotto da minuscoli organismi marini e fa parte della classe dei “carbonati”.

Questo minerale ha una stretta relazione col primo chakra, di base o della radice, e per questo possiamo capire il motivo per cui faccia parte della tradizione popolare regalare un amuleto di corallo a ogni bambino appena nato.
Il corallo, simbolicamente e energeticamente, rafforza il corpo ed è simbolo di vita e longevità.

Esistono diversi tipi di corallo, anche se pensare al corallo ci porta alla mente il colore rosso: tutti i coralli svolgono un’azione purificante e rafforzante, il corallo rosa è indicato per le sue proprietà armonizzanti.

Per godere delle sue proprietà è possibile tenerlo al collo, come amuleto, utilizzarlo nell’acqua del bagno, soprattutto in caso di malattie cardio-circolatorie, stanchezza e stati depressivi, nella federa del cuscino per tenere lontani gli incubi.

Ambra

Anche se in realtà si tratta di una resina ( e non di un cristallo) l’ambra viene ampiamente utilizzata dalla cristallologia per le sue eccezionali proprietà.

Il suo chakra di riferimento è il terzo, ovvero il plesso solare: se, come diceva Plinio, l’ambra è un “succo di pianta”, in sé racchiude tutto il calore e l’energia del sole.

L’ambra non emette una forte energia, per questo è adatta ai più piccoli, ma è in grado di assorbire le negatività e i dolori.

Questa proprietà rende l’ambra un potente amuleto di protezione: tenetela nella camera dei bambini, nella federa del loro cuscino, oppure fategliela portare; uno dei modi più conosciuti di utilizzare le magnifiche proprietà dell’ambra sono proprio i braccialetti e le collanine, che vengono in genere consigliate nel periodo della dentizione dei bambini piccoli, questa pietra si rivela più utile quando di tanto in tanto l’indossa anche la madre, la quale potrà registrare le informazioni inconsce.

Per i bambini e i ragazzini che passano un periodo di svogliatezza l’ambra viene consigliata perché smuove dagli stati di pigrizia e mantiene la mente vivace e attiva.
L’ambra sulla scrivania, oppure indossata durante le ore di studio, potrà essere di aiuto.
Mentre per chi soffre di dermatiti massaggiatela sulla pelle.

Giada

E’ una pietra che si trova solitamente nella colorazione verde, anche se può avere anche altri colori, per esempio bianca o lilla.

La Giada è collegata al quinto chakra, quello della gola ed è da sempre simbolo per eccellenza del successo e dell’amore.

La giada viene considerata un amuleto di protezione, capace di attirare la fortuna, ed è utilizzata per i bambini irrequieti grazie alla sua capacità di favorire calma e tranquillità.
Massaggiare il pancino con una giada allevia le coliche.

Lapislazzuli

O lapislazzulo, o semplicemente lapis non è esattamente un cristallo, ma una roccia in cui troviamo elementi di zolfo, calcite e pirite.

Il lapislazzuli viene definito anche “pietra dei Re”, in quanto portato da re e nobili, per dimostrare la loro provenienza divina: si riteneva infatti, per la sua conformazione, che rappresentasse il “manto degli dei”.

Sicuramente è una delle pietre di cui si conosca l’uso in epoche anche molto antiche, pare che venisse usato anche in Mesopotamia (nel V millennio A.C.).

Collegato al quinto chakra, a livello fisico agisce principalmente sulla tiroide e sulla gola, è simbolo dell’espressione del sé, di crescita spirituale, di protezione, di coraggio e di guarigione.
Oltre che essere un monile portafortuna, è indicato per i bambini grazie alla sua capacità di allontanare le paure e gli incubi.
Rende estroversi e facilita l’espressione dei sentimenti.

Donare un lapislazzuli a un bambino o un ragazzo equivale a augurargli armonia, chiarezza mentale e fiducia in se stesso, perché abbia il coraggio di cercare la sua identità più profonda e manifestarla sul piano fisico.

Cristallo di Rocca

O quarzo ialino, deriva dal greco antico ed indica il ghiaccio duro e trasparente.

Questo minerale viene utilizzato da sempre, in quasi tutte le culture, per infondere forza ed energia.

Considerato un minerale dai poteri fortemente terapeutici, è legato al settimo e ultimo chakra, quello della corona, grazie alla sua capacità di amplificare l’energia di tutti gli altri cristalli, (una drusa di q. ialino serve per purificare ed energizzare le altre pietre quando vengono appoggiate sopra) di purificare l’aura e sbloccare tutti gli altri chakra.

Viene utilizzato anche in forma di elisir da spruzzare nella camera dei bambini e grazie alla sua capacità porta armonia, gioia e serenità, oltre che essere un potente conduttore di energia, che dona chiarezza illuminando chiunque lo possieda.
Allevia gli stati febbrili, i dolori e le nausee.

Quarzo Rosa

Adatto al quarto chakra, quello del cuore. Vediamo quindi come sia strettamente connesso con l’amore più puro, l’amore universale.

Il quarzo rosa, nella camera dei bambini dona pace, serenità, tranquillità, emana l’amore, la protezione e la cura di cui ogni bambino piccolo ha bisogno.

Se invece abbiamo un bambino che sta vivendo una situazione difficile, a scuola o in famiglia, il quarzo rosa, in camera oppure portato come ciondolo o bracciale stimola la sensazione di essere amati, accettati e dona pace e autostima.

Per i bambini che fanno fatica ad addormentarsi o hanno sonni agitati, il quarzo rosa aiuta a lasciarsi andare ad un sonno ristoratore messo nell’acqua del bagnetto pre-nanna.

Calcedonio Blu

Il calcedonio blu in antichità era considerato il simbolo delle condizioni atmosferiche aria e acqua e quindi un antidoto per le affezzioni ad esso collegate: raffreddore, disturbi circolatori, influenze…

È adatto a vostro figlio se è timido, ma non serve a renderlo estroverso, piuttosto spensierato aumentando la fiducia in se stesso.
Introversione ed estroversione sono caratteristiche del carattere e non è sbagliato essere l’uno o l’altro.

Dona calore e rivitalizza, rafforza il cuore permettendo di superare i vari compiti.
Lo aiuta piuttosto a stimolare le sue qualità, come ad esempio l’empatia e la sensibilità.

Pietra di Luna

È una bella armonizzatrice e aiuta a far emergere i lati genuini del proprio carattere.
Se decidete di usarla per realizzare un ciondolo, fatelo abbastanza lungo che possa stare vicino al cuore.

Creare piccoli Mandala di Cristalli…

Un altro metodo carino per stimolare la fantasia, la manualità e soprattutto concentrazione ed aiutare a rilassare i vostri bimbi è attraverso la creazione di piccoli Mandala di cristalli.

In commercio sui siti mineralogici si trovano a buon prezzo dei sacchetti di piccole schegge di cristalli o piccoli scarti di buratti, ottimi per questi lavoretti, poi ci serve del pongo o plastilina ed una tovaglietta cerata dove stendere con un piccolo mattarello il pongo a forma di cerchio la quale verrà delicatamente e con molta fantasia riempito di cristalli dando forma ad un Mandala…

Nel prossimo post…

Cosa sono i Mandala? Come sono creati? Cosa sviluppa questa tecnica?

Ve ne parlerò martedì prossimo sempre qui su Mamma Guru…

 

📣 Avvertenze 🚩

Questa pratica, pur essendo frutto di conoscenze e tradizioni secolari, non è parte della “medicina ufficiale”, ossia di quell’insieme di pratiche mediche scientifiche fondate sulla sperimentazione clinica e di laboratorio. Questa pratica viene invece inserita tra le “medicine alternative” o “medicine non ufficiali”. Per tale ragione questa guida vuole essere solo una introduzione alla conoscenza di questa pratica, alla sua storia e alla spiegazione dei suoi procedimenti.

Questa guida ha solo carattere infomativo; non può, e non deve, essere in alcun modo intesa come un’invito a seguire i dettami di questa pratica, cosa che viene sempre e solo lasciata alla libera scelta del lettore. Desideriamo altresì invitare sempre tutti i lettori a consultare prima di ogni cosa il loro medico di famiglia, e i relativi specialisti da esso consigliati, seguendo innanzitutto le vie della medicina ufficiale.

Ad esse può essere eventualmente affiancato un percorso che segua una o più pratiche di medicina “alternativa” o “non ufficiale”, ma queste non possono e non devono mai sostituire le terapie indicate dai medici. Sono in gioco la vostra salute e la vostra stessa vita, non dimenticatelo mai.

Rubrica settimanale Shambala: Terapie Olistiche delle Emozioni a cura di Falcomer Denise Operatore Olistico specializzata in bio-terapie e discipline orientali
3939405536

https://www.facebook.com/deniseoperatoreolistico/
 

Terapie olistiche quali sono

2 Comments

  1. Buongiorno ad Alessia e a Denise che ha scritto questo interessante articolo! D'accordo col fatto che la prossima volta che vado con mio figlio grande da un cristallologo faccio scegliere a lui la pietra, aggiungo che ti ringrazio infinitamente per aver scritto cosi' tante informazioni sui cristalli e in particolare sull'ambra, che stavo per dare via! Sara' molto utile per mio figlio grande che dovra' fare i compiti durante l'estate e mi piacerebbe che facesse una scheda al giorno...lui e' molto capace, brillante a scuola, ma si annoia spesso, e la maestra deve sempre rincalzarlo....e anche noi! Non sapevo che servisse anche dopo la dentizione e ti ringrazio nuovamente! Ora avra' un posto sulla scrivania ...e sicuramente anche come braccialetto :) Un caro saluto Roby
    Reply Giugno 16, 2017 at 07:37
    • Denise
      Sono felice che ti sia tornato utile l'articolo, troverai molto stimolante anche il prossimo. Se hai bisogno di consigli piu' mirati scrivimi pure via mail terapieolistichedenise@gmail.com
      Reply Giugno 18, 2017 at 15:11

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy
Sviluppato da Roberto Antonacci, siti web bari